Grazie…


Qualche settimana fa ho ricevuto una mail che mi ha emozionata, mi ha riscaldato dentro così come mi ha ricordato cosa ho vissuto.

Ricevo spesso messaggi su facebook, instagram o mail, dove le donne mi ringraziano, che sia per la scoperta di nuovi orgasmi o perchè si riconoscono nelle mie parole, per come racconto la mia storia personale.

Questa ultima mi è proprio venuta di condividerla. Il post a cui si riferisce è questo qua sul sentirsi in colpa, leggilo!
Lei mi ha dato il permesso.
Storie simili, storie diverse. Come tutte noi d’altronde. Il grazie del titolo è per riprendere l’oggetto della sua mail, ma anche perchè il “grazie” lo voglio rimandare a lei per le belle parole, perchè nelle sue mi riconosco anche io. Perchè fino a due anni fa non ero consapevole del mio corpo, giusto di un 5%? poco insomma. E poco alla volta mi sono conosciuta, ho esplorato, ho capito i miei mal di testa e i miei orgasmi.

Ciao Violeta!
Mi permetto di darti del tu, perché in questo ultimo anno e mezzo (o forse due, non ricordo esattamente quando ho iniziato a seguirti…) mi hai accompagnata in un percorso di scoperta e riscoperta di me stessa… ma anche di rinascita.
Volevo scriverti per ringraziarti.
Ieri dopo aver letto il tuo articolo “un giorno mi perdonerò” mi sono commossa (cosa che a me capita raramente!) e ho sentito la necessità di ringraziarti.
Ho tenuto la pagina del tuo blog aperta sul computer tutta mattina, andando a rileggerla ogni tanto…
Anche io ho avuto a fianco un uomo che mi ha “uccisa dentro”.
Io quell’uomo l’ho sposato e ci ho fatto un figlio…
Non mi ha mai picchiata, ma le parole a volte fanno più male delle botte.
Ti smontano, pezzetto per pezzetto.
Me ne sono andata dopo 8 anni di matrimonio,ora vivo per conto mio.
Ho il mio “ragazzo” di 7 anni che fa un po’ con me un po’ col papà…
Non è facile, ma ora finalmente ho anche me stessa, di nuovo!
Il tuo articolo è comparso proprio in questi giorni in cui mi sento responsabile per quello che mi è successo… in cui mi chiedo perché non me ne sono resa conto prima, perché l’ho sposato anche se (col senno di poi) i segnali c’erano, perché ho lasciato che mi trattasse così…
Anche io sono andata in un centro anti-violenza… e non è stato facile rendersi conto che sì, era davvero violenza, era manipolazione la sua…
Ma ora ne sto uscendo… un poco alla volta.
Ho ricominciato ad ascoltarmi, a dirmi che sono brava nel mio lavoro, che sono brava come madre, che sono una persona solare, che ho amici meravigliosi, colleghi stupendi e una famiglia che non mi ha lasciata sola nemmeno un momento!!! Tutte queste cose erano sparite!
E insieme alla riscoperta di me, del mio sentire, della mia anima… alla ricostruzione del mio “essere”, seguendoti ho scoperto anche il mio corpo!
Grazie a te e allo yoga!
Ho imparato a voler bene anche al mio fisico, anche alla mia sessualità!
Mi vergogno un po’ a dirlo… ma fino ad un anno fa non mi ero mai masturbata e leggendo i tuoi articoli…. beh, ho scoperto una parte di me che non conoscevo. Ma che mi piace! Ero molto inibita, ora mi sono sciolta. 🙂
Grazie!!
Sto meglio con me stessa, mi piace il mio corpo, mi ci sento finalmente bene e ho imparato a prendermi cura anche “di quella parte lì”!!!
E per dirla fino in fondo… mi sono resa conto che con lui, il sesso non era poi un granché!!!! Faccio meglio da sola!!!
 
Grazie, il tuo lavoro è prezioso!
Un abbraccio

Rispondi