Pancakes integrali con fiori di sambuco


Per la vigilia del mio 36esimo compleanno ho scelto di festeggiare.
Pancakes integrali con fiori di sambuco guarniti con marmellata di fichi #saporiEdintorni.

Per anni il mio ultimo ex mi aveva portata a non voler più festeggiare il compleanno. Sapeva quanto ci tenessi e continuamente rovinava la mia giornata. Io ero quella che alle 23.59 aspettava l’sms della migliore amica per gli auguri. Per il mio 15 esimo compleanno ebbi la fortuna di avere mia madre presente, vivendo lei in Argentina non è facile. E come fanno le mamme, mi fece la torta.
Al cioccolato con ripieno di panna montata e pesche sciroppate.
Non so per quanti anni ho continuato a farmi quella torta.

Mi piaceva svegliarmi e festeggiarmi, avere una torta, una candelina da soffiare, un regalo da scartare (l’importante è scartare).
E poi mi son ritrovata a pensare che il mio compleanno fosse un giorno come gli altri perchè da un lato mi stavano affossando, e dall’altro le mie aspettative crollavano una dopo l’altra.

Tre anni fa scelsi di liberarmi e rinascere.

Per motivi economici non potevo permettermi molto, quindi affittai una stanza al piano di sotto. Ma feci di tutto per svegliarmi per il mio compleanno in casa nuova.

Oggi festeggio la mia fuga, domani la mia liberazione.

Ingredienti per 5 mini pancakes integrali:

  • 60/70 ml di acqua
  • 1 cucchiao colmo di farina integrale
  • 1 cucchiao colmo di farina di segale
  • 1 cucchiao colmo di farina di mandioca/tapioca
  • 1/2 cucchiaino (raso) di lievito chimico
  • 2 fiori di sambuco

Nel boccale del frullatore a immersione ho versato inizialmente circa 50 ml di acqua e poi ho aggiunto le farine e il lievito e ho frullato, ho dovuto aggiungere poi circa 20 ml di acqua perchè era troppo denso. La densità dell’impasto va a piacimento, più è denso più vengono alti e gonfi, più è liquido più assomigliano a delle crepes.

Una volta individuata la densità che piace a me ho aggiunto i fiori di sambuco tagliandoli con le forbici così che i fiorellini si separavano un po’. Ho preso quindi un padellino antiaderente e ho spalmato con poco olio di semi. In casa ormai uso il pennello di silicone ma quando non lo ho prendo un pezzo di carta e lo bagno con l’olio, e poi passo la carta oleata sulla padella. In questo modo la padella si unge giusto quel che serve.

Per un mini pancakes verso circa un cucchiaio di impasto lasciando che sia lui a distribuirsi sulla padella. Lo giro quando vedo comparire le prime bolle e craterini, quando ancora la superficie è umida ma non tanto da sbrodolare quando li giro.

Non ho aggiunto zucchero all’impasto perchè si sarebbero addolciti con i fiori e con la marmellata con cui li ho mangiati. Per questi ho scelto la marmellata di fichi di Sapori e Dintorni, dolce e delicata.

A contorno del tutto una ottima spremuta di arance e un cappuccino con latte di soia. E questa è stata la mia colazione oggi, anche se più un brunch che una colazione!

Rispondi