Sex Bloggers Meeting Barcelona 2017


Un mese fa Ubal mi scrive direttamente dal profilo di Sex Bloggers Meeting invitandomi a partecipare.
Vado a leggere il sito e dice che i posti sono limitati.
Quindi gli dico “io compro i biglietti, ma poi mi assicuri che mi pigli?”
e lui risponde “comprali!”

Un mes atràs me llega un mensaje en instagram de parte de Sex Bloggers Meeting, era Ubal que me invitava al encuentro de los blogueros españoles. Voy a leer mejor de que se trata y veo que hay plazas limitadas… entonces le digo “yo compro los boletos, vos me aseguras que me reservas un lugarcito?”
Y el responde “compralos!”

Compro biglietti aereo, prenoto ostello e parcheggio aeroporto. Peccato che non sapevo che quel mattino del venerdì 14 luglio non avrei sentito la sveglia e avrei perso l’aereo ma per fortuna erano le 6 e un quarto. Un attimo di panico, tiro giù i santi e dopo 3 sigarette mi dico “ci sarà pure un altro volo proprio oggi che mi porti a tempo a Barcellona”.

Compro los boletos, busco un ostel, y tambien me ocupo del estacionamiento. Lastima no haber preventivado que no iba a escuchar el despertador, asì que perdì el vuelo. Por suerte que eran las 6 y cuarto, y despues de algunos cigarrillos y haber puteado bastante, me pongo a buscar otro vuelo, tenia que haber algo! 

Inizio a cercare e lo trovo. Faccio i conti di quanto ci metto ad arrivare a Firenze. Stretta ma ci rientro. Non mi lavo nemmeno e parto di corsa, in culo anche a possibili multe. Arrivo a fare il check-in appena 5 minuti prima che chiudano e tempo di andare in bagno, perdere la coppetta dentro il cesso e ripigliarmi, scappo al gate, ed ero tipo l’ultima che arrivava.

Lo encuentro, desde Florencia. Calculo los tiempos y me decido. Salgo corriendo, casi que me agarro una multa por exceso de velocidad pero llego a tiempo, justo 5 minutos que cerrara el check-in. Voy al baño para vaciar la copa menstrual y se me cae en el inodoro… sigo con la “buena suerte”. Corro, y casi logro llegar tarde tambien para el embarque!

Non starò a raccontarvi del Mercat De La Boqueria, quello verrà dopo. Le mie intenzioni quel pomeriggio erano di arrivare prima al museo erotico di Barcellona che ospitava la cerimonia d’apertura. Ma fortuna vuole che ebbi un mio classico mal di testa così mi sono messa a dormire con il mio amico Valium e mi son svegliata giusto in tempo per arrivare puntuale alle 20, giusto per l’inaugurazione. Quindi non ho visitato il museo anche se durante la cerimonia di apertura ci hanno fatto fare un piccolo tour con Marilyn che spiegava le cose. Dovrò tornarci… #èperlavoro

No les voy a contar del Mercat de la Boqueria, eso se los cuento luego. Esa tarde queria llegar antes al museo, adonde iba a ser la cerimonia de abertura del meeting, però por un dolor de cabeza de los mios, me pongo a dormir con mi amigo valium. Me despierto justo a tiempo para prepararme y llegar puntual a las 20. No pude visitar el museo aunque nos hicieron dar una vueltita con Marylin que esplicava, durante la cerimonia de abertura. Tendrè que volver para visitarlo… #esportrabajo

Non vi racconterò per filo e per segno ogni pezzo dell’evento, per questo ho messo su un po’ di post su Storify.com assieme agli altri racconti dei blogger. Vi racconterò di come sono stata io, beh, che poi è quello che faccio sempre!

No les voy a contar exactamente lo que hicimos, para eso armè una historia con storify.com adonde pueden encontrar los post de los otros blogueros y las otras reseñas.

Guarda i post più fighi ed interessanti / fijate en los post mas lindos y interesantes!

 

Appena arrivata mi hanno dato borsetta rossa del museo con dentro un accessorio importantissimo: il ventaglio! E deviato al cortile esterno del museo dove c’era già un sacco di gente. Mi viene incontro sorridente e a bracce alzate Ubal (de El blog de Ubal) che subito mi abbraccia, e subito dopo mi mette in mano una coppa di prosecco. Quale miglior inizio?
Poi è il turno di Gemma, Jugando con Eros. E le do subito il regalo che portavo per lei dall’Italia, un dildo di Persian Palm.
Loro due dal vivo sono proprio come me li ero immaginati! Allegri, liberi, sorridenti. Due persone carismatiche che riescono a smuovere mari e monti!

Apenas lleguè me dieron la bolsa de tela roja del museo con adentro un accesorio esencial: el abanico! Luego me desviaron hacia la terraza adonde estaban todos. Apenas Ubal me ve, viene hacia mi con una mega sonrisa y los brazos al aire, me abraza fuerte y luego me pone en la mano una copa de cava. Habria una manera mas buena para empezar?
Despues encuentro Gemma de Jugando con Eros. Despues de los saludos le doy el regalo que le traia de Italia, un dildo de Persian Palm.
Los dos en persona son como me los ero imaginada! Alegres, libres, sonrientes. Dos personas carismaticas que pueden mover el mundo juntos!

Piano piano inizio ad individuare dei blogger che seguo, li saluto e loro riconosco me. E’ sempre strana questa parte. Riconoscere ed essere riconosciuti, ancora più strana ma mi sto abituando quando sono loro a conoscere me ed io ignoro la loro esistenza.

Questi eventi, come lo era stata la fiera Erofame, mi arricchiscono. Dare un volto, una voce, un sorriso alle persone. Tagliare i ponti del virtuale per conoscere davvero una persona, è una cosa che va oltre le semplici emozioni.

Despacio empiezo a reconocer algunos blogueros que sigo, los saludo y ellos me reconocen. Es siempre extraña esta cosa. Reconocer y ser reconocidos, pero aun mas cuando son ellos que conocen a mi pero yo no tengo la puta idea de quien son. 

Estos eventos, como fuè la fiera Erofame, me enriquecen. Poder dar una cara, una voz, una sonrisa a las personas. Cortar las distancias del virtual para conocer de veras a una persona, es una cosa que va mas allà de las simples emociones.

Inizia la cerimonia di apertura. Parlano Gemma e Ubal, poi Alejandra la responsabile del museo, organizzatore dell’evento, che parla di come stiano andando le cose, i successi del museo e il ventesimo anniversario e il raggiungimento di 30 mila visitatori, di quanto sia felice di poter sostenere questo meeting. E non puoi che crederle, ha un sorriso e una personalità che lasciano il segno. E allo stesso tempo mi pervade la tristezza perchè sento la carenza in Italia di una tale istituzione che possa sostenere la sessualità in tutte le sue sfaccettature.

Empieza la ceremonia de abertura. Hablan Gemma y Ubal, despues Alejandra que es la responsable del museo, que ha organizado el evento, y habla de como van las cosas, los suxesos  del museo con el ventesimo aniversario y haber llegado a 30 mil visitadores, de cuante sea feliz de poder sostener este meeting. E non podes no creerle, tiene una sonrisa y una personalidad que dejan una huella. Y me pone tristeza que en Italia no existe una istituciòn de este calibre que pueda sostener la sexualidad italiana.

A parlare dopo è anche Valerie Tasso. Ovviamente non avevo idea di chi fosse e solo dopo ho capito parlandoci, cercandola su google, vedendo le interazioni degli altri blogger.
La mia ignoranza a volte è devastante ma allo stesso tempo mi concede ancora momenti di estrema felicità per scoprire sul momento cose nuove, ed in questo caso, persone eccezionali.

Luego le toca a Valerie Tasso. Obviamente no tenia la menor idea de quien era y solo luego lo entendì hablandole, buscandola en google, viendo las interacciones de los otros blogueros.
Mi ignorancia a veces es eclatante pero al mismo tiempo me permite todavia momentos de extrema felicidad por descubrir cosas nuevas, y en este caso, personas excepcionales.

foto di Kafeinagirl

Valerie Tasso è una sessuologa coi controcoglioni e scrittrice. E’ quel tipo di persona che appena entra in una stanza ti rendi conto della sua presenza. Questa non è magia, quelli della psicosomatica lo chiamano campo elettromagnetico e come forse ho raccontato qua credo di essere in grado di percepire le onde legate alla sessualità con più facilità rispetto ad altri. Comunque con lei credo tutti la sentano: una presenza forte, radicata, con tante energie e conoscenze che ama condividere.

Valerie Tasso es una sexologa con los “contra-cojones” y escritora. Es el tipo de persona que apenas entra en una pieza te das cuenta que “esta”. No es magia, los de la psicosomatica lo llaman campo electro magnetico y puede ser que se los aya contado, creo que soy capaz de “sentir” el campo electro magnetico conectado con la sexualidad de manera mas facil que otros. Pero con ella no sirven dotes particulares, creo que todos la pueden sentir bien: una presencia fuerte, enraizada y firme, con muchas energias y conocimientos que ama compartir. 

A sorpresa e a “scombinare” il programma della serata, ma credo che fosse tutto preventivato, la sala si fa buia e si sente una voce dolce che canta “Happy birthday Mir President” e illuminata da una di quelle candele luccicanti appare Marilyn, ora non ricordo se avesse cambiato qualche parola del tipo “Happy birthday Museum” perchè era proprio il modo migliore per festeggiare i 20 anni compiuti dal museo. A seguire ci porta a fare il tour di alcune sale del museo dandoci spiegazioni di cosa vediamo, e scopro che c’è un mondo sconosciuto che ancora non conosco. (mi ero dimenticata di raccontarvi questo momento!)

A sorpresa a “cambiar” todos los programas de la noche, aunque creo que todo fuese bien programado, cortan la luz y se empieza a escuchar una voz caliente que canta “Happy birthday Mir President” iluminada por una de esas velas que parpadean sostenida por Marilyn. No me acuerdo si haya cambiado las letras con “Happy birthday Museum” porque esta justo festejando el cumpleaños de los 20 años del museo. Luego nos lleva por un tour para conocer mejor a lagunas alas del museo contandonos las  historias detras de cada cosa, asì que descubro que todavia tango mucho que aprender! (me habia olvidado de contar este momento!)

Durante la serata e il giorno seguente, ci sono stati tanti momenti in cui ho conosciuto meglio alcuni, tutti sarebbe stato impossibile visto quanti eravamo. E credo come al solito si è attratti da quelli simili o quelli con cui in quel momento ci può essere uno scambio sincero.

En la noche y el dia siguiente tubimos momento para conocernos mejor, obviamente no pude conocerlos a todos que eramos muchisimos, justo los que se atraèn como los magnetes, los similes o quein en ese momento te puede enriquecer mas que otros.

Il sabato è stato il momento di ascoltare e di mettersi in gioco. Si è parlato di sessualità con Valerie, di blogging con Wasakk (Dobliyu) e di branding con Victoria Rodriguez (Travel Bloggers Meeting), di come scrivere un racconto erotico (Georgina Burgos), un mini corso di Shibari con Jordi Lucena (del Club 5 Rosas) e anche dei prodotti spiegati direttamente dalle aziende (unboxing di Feelztoys con Ubal, i vibratori di Adrien Lastic e i lubrificanti di Nuei).

Mi è rimasto impresso più di tutto il momento del laboratorio sui racconti erotici. Dovevamo inventarci un racconto partendo da due parole. Le idee che Victoria aveva messo sul piatto non mi dicevano nulla. Poi però quando è arrivato il momento di raccontarle a tutti gli altri, è stata quasi magia. Ha unito i concetti, gli ha dato vita, colori, suoni, immagini. E quella che mi sembrava una fantasia da nulla si è trasformata in qualcosa di eccitante, accentuando quanto la scelta delle parole possa dare vita a una fantasia.

De todo lo que me impactò mas fue la parte pratica del laburatorio sobre los relatos eroticos de Georgina. Teniamos que inventarnos una novela usando dos palabras. Las ideas que Victoria habia compartido no me daban mucho, pero cuando llegò el momento de compartirlas con los demas, me quedè con la boca abierta. Esas pocas ideas tomaron forma. Le diò vida con colores, suenos, imajenes. La que no me paresia una grande fantasia se convirtiò en algo de muy erotico y eccitante, haciendo notar como las palabras que se elijen puedan dar vida a una fantasia.

Come anche che forse metà dei partecipanti erano sessuologhe attive con i loro blog e la voglia di mettersi in gioco, ma soprattutto dando una enorme importanza ai sexblogger “comuni” senza titoli o altre competenze. Questo aspetto sento che manchi molto in italia, sopratutto nella parte in cui un medico scende dal piedistallo e si mette al pari dei lettori. Con loro ho trovato uno spiraglio di luce, la speranza che forse prima o poi anche qua in Italia ci potranno essere sinergie così forti da destabilizzare tutto il sistema.

Otra cosa que me alumbrò fuè que creo mitad de las participantes eran sexologas activas con sus blog y con las ganas de activarse, pero sobretodo dan mucha importancia a los sex bloggers “normales” sin titulos u otras competencias. Siento que este aspecto falte en Italia, sobre todo la parte adonde el medico no se baja de su peana y se pone al par de los lectores. Con ellas encontrè una luz, la esperanza que antes o despues tambien en Italia las sinergias puedan cambiar y ser tan fuertes para destabilizar todo el sistema.

Ovviamente sono tornata a casa carica di regalini. Ma sono il meno. Sono tornata felice, carica di energie e con la certezza che i miei progetti potranno avere successo. Ho in mente qualcosa di speciale per il 2018 e poter partecipare al Sex Bloggers Meeting mi ha dato un altro punto di vista e confermato che per riuscire devo avere ottimi alleati, perchè da soli non si può cambiare il modo di vivere la sessualità ma solo se si crea un esercito!

Obviamente me volvì a casa llena de regalitos. Pero son lo de menos.
Volvì feliz, llena de energias y con la certeza que mis progectos van a tener un buen exito. Tengo ideas para algo de espcial para el 2018 y poder participar al Sex Bloggers Meeting me diò otro punto de vista y me confirmò que para lograr tengo que tener buenos aliados. Porque solos no se puede cambiar el modo de vivir la sexualidad, lo se logra solo si se arma un ejercito!

Dimenticavo… come mio solito non mi sono presentata in maniera sobria, anzi. Con la gomma crepla rossa glitterata mi ero fatta una parure di clitoridi: orecchini, spilla, anello e borsa. E per diffondere la cultura clitoridiana ho deciso di creare una spilla clitoride per ogni blogger. E sono piaciute un sacco!

ps: mi madre ya me dijo que hay un monton de errores…o orrores…jajajajaa tengan paciencia, mi castellano escrito se quedò a cuando tenia 10 años y todo se sume a mi dislexia mista

Rispondi