Abilmente…fiera creativa a Vicenza!


Oggi sono andata in fiera!!
Mi sono alzata verso le 9, c’era un sole bellissimo, mi son messa a finire la mia ultima collana (presto metterò su delle foto) che ho iniziato ormai qualche mese fa e verso le 14 sono partita alla volta dell’avventura.
Oltre alle solite bancarelle piene di stoffine, bottoni, gomitoli di filati strani e feltro di tutti i colori a Vicenza c’è l’ampio salone dedicato agli Atelier Creativi dove ci sono le cose più belle da guardare.
In mezzo alla sezione Tendenze: Bijoux e accessori moda ho trovato Luisa de Santi e tutte le sue bellissime creazioni uncinettose piende di volume e colori. I manichini piatti in bianco anonimo decorati con borsette e collane vistose creavano un bel contrasto tra il loro profilo piatto e il volume tridimensionale delle creazioni di Luisa. Visitate il suo blog dove troverete tutte le sue cosette uncinettate, ha anche una serie di manuali per creare con l’uncinetto.

C’era anche Daniela Cerri con le sue collane tutte pecciuorc uncinetto e collage

Un altro atelier che ha catturato la mia attenzione è stato quello degli Intrecci Creativi, ovvero una sezione dedicata ai vari telai e a moltissime opere d’arte realizzate con telai e tecniche diverse.

Ho visto lavorare Gabriella Bottaru a un telaio rettangolare coi chiodini -non so quale sia il nome del telaio- e mi è piaciuto un sacco come procedeva il lavoro con piccole e mirate aggiunte di nastrini, filati e chiacchiere!


Questo mi è sembrato bellissimo! Penso sia sempre di Gabriella, longitudinalmente i fili sono neri sotto e colorati sopra, la trama la disegnano delle traversine di plexiglass trasparente che creano delle onde magnifiche


Poi ho trovato Raffaella Bandera, era intenta a intrecciare fili su una struttura metallica che forse diventerà una bella lampada. Quell’abajour che si intravede è realizzato con pezzi in resina tutti diversi e belli, se visitate il suo sito troverete un sacco di bellissime lampade da guardare e anche da comprare!!


Poi ho trovato anche Giovanna Cervellin che stava dando una lezione a una bambina e tutto è sembrato così facile che mi son pentita di non aver adottato il telaio rettangolare piccolo di mia madre. Gli arazzi al muro sono belli ed elaborati e viene fuori tutta l’arte che può uscire da un telaio.


Purtroppo la foto non rende molto bene, questa è una ballerina (almeno io mi sono immaginata che lo sia) realizzata al telaio con fili di rame sottili e poi tutta “scolpita” suppongo a mano per darle le forme del viso e di tutto il corpo
E poi c’era un’area intera dedicata alle tinture naturali!! L’associazione Tintura Naturale M.E. Salice presentava le loro attività e quello che si può fare con le cose della natura:
i vari tipi di filati vegetali e le tinte naturali che si possono creare per conto proprio.
Teneva dei piccoli corsi dimostrativi di 1 h dove ci ho un po’ lasciato il cuore….però mi hanno confermato che il corso di 18 h è mooooolto più fico e si impara di più. Appena avrò dei soldini che potrò spendere proprio per quello lo andrò a fare, devo anche avere una casa più grande, soprattutto perchè loro vendono pure i semi per coltivare le proprie piante da cui estrarre i coloranti naturali.


Questa volta non ho fatto grandi spese, giusto 6 gomitolini, un paio di tronchesine un ago per feltrire la lana che ho già sperimentato e funziona benissimo!

Rispondi