Che cos’è Erofame


La settimana scorsa sono andata ad Hannover a “Erofame“.
Erofame è una fiera business to business dei sextoy, ovvero i produttori espongono i loro prodotti per mostrarli a chi li venderà poi al pubblico.
Nulla di erotico, porno o similari.

Solo lavoro. Beh, non proprio. Almeno io non l’ho vissuta in questo modo.
Non ho avuto moltissimo tempo, sono arrivata mercoledì alle 17 e per quel giorno ho avuto solo 2 ore e in parte sono passate per capire dove veramente fossi arrivata. Però diciamo che non l’ho capito bene perchè altrimenti sarei andata ancora più di corsa.

Mi interessava andare a conoscere di persona quei produttori che avevano creduto in me giusto leggendo la mia presentazione, od osservando i dati dei miei social. Alcuni avevano voluto video-parlare con skype, e avevamo avuto un mini assaggio di chi eravamo.

Conoscere queste persone dal vivo, beh, è stata credo la cosa più bella della fiera.
Le ragazze di JeJoue, Adam e i suoi collaboratori di HotOctopuss, Xevi di AdrienLastic/Femintimate, Jennifer di BijouxIndiscret con cui continuavo a scrivermi in francese e solo in fiera ho capito che era mezza spagnola, Marco di FunToys, la nuova PR di Lelo per l’Italia, Quelli di Kondom e di Mysecretcase che già conoscevo, e i nuovi di Lovelize, così come ho ritrovato i miei amici di Persian Palm (scriverò un post tutto dedicato a loro perchè sono speciali e producono delle cose bellissime!).

persian-palm-hannover-erofame-2016

Una volta che avevo visitato le aziende che già conoscevo ho iniziato ad andare verso quelle che mi interessavano di più per i prodotti che vendono anche qua in Italia.

Alcuni erano più seriosi ed altri più giocosi. A molti avevo già mandato una mail, ma come penso capiti si ritrovano con mille mila lettere da sconosciuti e non è semplice affidarsi ad un nome sconosciuto. Parlando di persona cambia tutto. Hanno visto me, e ovviamente la Peppa visto che me la portavo in tasca. Miss Clitò la tiravo fuori solo quando le donne davano un cenno di sapere che cosa era la clitoride.
Pensavo che al di fuori dell’Italia sapessero che cosa è una ostetrica, ed invece è ancora più difficile. Dicevo “midwife” e li vedevo persi nel vuoto. A volte credo manco associassero la figura ai parti, figuriamoci alla salute della donna. In questo mi ha salvato il mio compagno di viaggio che, molto più abile con l’inglese, più di una volta (ehm, diciamo quasi tutte) aspettava che io dicessi “Hello, I’m Violeta” e poi partiva con un discorsino preconfezionato a spiegare cosa io facessi e quanto nella mia follia sia una delle poche -o forse l’unica- che parla liberamente di sessualità e di sextoy in Italia.

svakom-erofame2016

Gli organizzatori della fiera organizzano sempre per la serata del mezzo, ovvero di giovedì, una cena gratuita con birra a fiumi non stop fino alle 23 (dopo si paga), e grandi balli. E li ti trovi in mezzo a tutti quelli che hai incrociato in fiera, balli ridi sudi. E bevi birra.

L’anno prossimo ci tornerò e ci starò tutti e tre i giorni, perchè è bello coltivare i rapporti, conoscere le persone, imparare cose nuove.

Ah, che io sia tornata a casa con la valigia piena di sextoys non influisce minimamente nel fatto che io trovi la fiera stupenda! (no, non li regalano a tutti i sextoy, ma da brava blogger e ostetrica sex expert, mi son meritata qualche regalino!)

GRazie a:
Womanizer, JimmyJane, Calexotics, Fifi, ShungaFunToys,, Satisfier, LuxeCondoms, Aneros per i bei regali che ho ricevuto! Si, presto pubblicherò foto su foto, come al solito quando mi viene l’ispirazione per una foto buffa (seguitemi su Instagram!)

Rispondi