Cosa danneggia il perineo?


In tantissime/i pensano che il perineo sia danneggiato solo da parto vaginale e menopausa.

E invece no…

Il pavimento pelvico può avere delle disfunzioni anche in una bambina di 6 anni, per dire. Non contano solo gli eventi più famosi come il parto vaginale o il calo di estrogeni a rattristarlo, ma ci sono tante altre cose.
Da quando ci siamo eretti su due piedi molte cose sono cambiate e così anche le forze che agiscono sul perineo.

perineo e bipedia

Questa nuova posizione e tutte quelle cose che da un bel po’ di tempo facciamo, hanno portato molte più sollecitazioni al pavimento pelvico che potrebbe non rispondere bene e quindi danneggiarsi.
Questo perchè il perineo chiude la cavità pelvica, deve essere attivo sempre per mantenere la continenza e si attiva (rilassa/contrae) tutte le volte che serve a stabilizzare la postura. Per capire meglio questo, prendi una bottiglia di acqua piena con una mano, poi con il braccio tutto giù tira su la mano con la bottiglia tenendo il braccio disteso per portarlo fino alla altezza delle spalle. Se ascolti il tuo perineo e i tuoi addominali dovresti sentire che si contraggono. E hai solo sollevato una bottiglia di acqua

Pensa a quanto si attiva quando ad esempio si sollevano due buste della spesa, si fanno gli addominali o si fa danza classica!

Oltre alla attivazione del perineo per contrastare un aumento della pressione addominale, quindi quando gli addominali si contraggono il perineo lo segue solitamente contraendosi, anche gli impatti come salti lo possono far soffrire. Qua ci sono tutti quegli sport definiti appunto “ad alto impatto” da un punto di vista del perineo ( e di alcune giunture del corpo) come possono essere la corsa, la zumba, l’ippica, e via dicendo.

Vediamone alcune cose che possono influire sulla salute del pavimento pelvico:

Aspetti psicologici

La psiche ha una grande influenza su tutto il nostro corpo. Le emozioni che proviamo sono accompagnate da ormoni e questi possono agire bene o male sui nostri muscoli. Ad esempio quegli ormoni del benessere ci fanno rilassare. Mentre gli ormoni dello disstress per definizione ci fanno attivare, contrarre, perchè servirebbero per scappare da un pericolo. Quando questo disstress è molto violento o perdura nel tempo, ci può essere una risposta da parte dei muscoli (oltre che di tanti altri pezzi del nostro corpo come intestino, sistema immunitario, ecc) e ci può essere una contrattura. Ad  esempio le violenze fisiche e psicologiche da compagni e famigliari, una grande chiusura e molti tabù su educazione sessuale, ecc, possono portare il perineo a chiudersi, a proteggersi. Il vaginismo ha prevalentemente una causa psicologica che però poi diventa anche fisica.

Sport d’impatto e con una statica del corpo molto intensa

Oltre alla attivazione del perineo per contrastare un aumento della pressione addominale, quindi quando gli addominali si contraggono il perineo lo segue solitamente contraendosi, anche gli impatti come salti lo possono far soffrire. Qua ci sono tutti quegli sport definiti appunto “ad alto impatto” da un punto di vista del perineo ( e di alcune giunture del corpo) come possono essere la corsa, la zumba, l’ippica, e via dicendo.
Quegli sport dove la statica del corpo è molto intensa (danza classica, Pilates e yoga fatti male, pole dance, ecc) che portano gli addominali e il perineo a stare molto contratti.
Queste eccessive contrazioni potrebbero portare i muscoli a disimparare come rilassarsi, diventando quindi ipertonici.
ah, gli addominali classici come i crunch fanno malissimo!

Traumi fisici, Postura e movimenti sbagliati, Scoliosi, ernie alla colonna, asimmetrie del corpo

Un trauma fisico può andare a coinvolgere direttamente il perineo, come una culata che fa bloccare il coccige, o indirettamente, ad esempio un colpo di frusta o l’aver zoppicato per dei mesi. Questo perchè il perineo è coinvolto con altre parti del corpo per dare una stabilità al corpo, e se c’è una asimmetria lui si modifica in base a quella nuova postura del corpo.

Idem se si tende a stare seduti male, con le spalle ingobbite, se si ha un appoggio asimmetrico, se si fanno dei movimenti non fisiologici o che non rispettano il corpo, tutto questo può andare a influire sul perineo!

Gravidanza e aumenti di peso

Tutto ciò che sta sopra il perineo grava su di lui! quindi l’utero che accoglie il bambino come un bel po’ di kg di troppo possono sottoporlo a un eccessivo lavoro per riuscire a continuare a tenere chiuso tutto, con conseguenza che prima o poi potrebbe stancarsi.

Parto vaginale e parto cesareo

{e tutte le cose connesse con il parto}
Molti pensano che sia solo il parto vaginale a ridurre le funzionalità del perineo, ma anche un taglio cesareo non lo lascia immune. Sia perchè per prima è la gravidanza a cambiare le cose nel piatto, ma anche perchè ci sono altri fattori in gioco.

Il parto vaginale sempre modifica l’assetto dei muscoli del perineo, ma questo non significa che lo danneggi sempre. Molto dipende da come avviene il parto, se la donna spinge forzatamente, se c’è l’episiotomia, se è in posizioni verticali o sdraiata, se le fanno la manovra di Kristeller, ecc.
Per il parto cesareo è il taglio stesso che può portare a una disfunzione della postura e delle strutture interne miofasciali, con conseguente disfunzione del perineo.

Anche come si vive il postparto ha molta rilevanza. E’ consigliato alla donna di non andare in giro subito dopo il parto perchè il perineo ha appena avuto una grande apertura e ci mette qualche giorno per chiudersi. Non avendo molta forza se la donna va a fare cose che richiederebbero una contrazione/chiusura del perineo, queste possono portare dei peggiormenti. Ad esempio stare troppo in piedi con il bambino, fare le scale, camminare subito dopo il parto, fare attività fisica d’impatto dopo il parto,ecc.

Come si fanno i bisognini

A partire da quando ci si siede sul vasino e poi sul wc.
Qua potete leggere perchè è bene assumere una posizione particolare quando dobbiamo scaricare urine e feci. Queste abitudini dovrebbero essere praticate già da quando il bambino ha il pannolone. Fare la cacca in piedi non è salutare perchè è difficile e il bambino impara che per farla deve spingere. Ecco, spingere fa male agli sfinteri!

Pratiche sessuali un po’ estreme

Ci sono alcune pratiche sessuali come il fisting, oggetti e sextoy con diametri considerevoli, le doppie penetrazioni, e tutto quello che porta una dilatazione importante della vagina e/o dell’ano e retto che possono portare i muscoli a cedere, quindi a perdere forza e diventare ipotonici. A livello del ano/retto poi le disfunzioni più frequenti sono incontinenza a gas e/o feci, prolasso rettale, emorroidi, ecc.

Squilibri ormonali

Gli ormoni femminili, estrogeni e progesterone, hanno una influenza sui muscoli del perineo così come dell’utero. Una carenza di estrogeni o dei forti squilibri possono incidere via via sul perineo portando a disfunzioni. Per chi ha un ipotono ad esempio con l’arrivo delle mestruazioni possono notare la comparsa di incontinenza per poi vederla scomparire, chi ha ipertono e magari uno squilibrio tanti estrogeni nella prima parte del ciclo e con poco progesterone nella seconda metà all’arrivo delle mestruazioni potrebbe avere una maggior contrattura e quindi più dolore (ad esempio può capitare on gli squilibri che si hanno con la sindrome dell’ovaio policistico). La menopausa naturale o forzata porta a un drastico calo degli estrogeni e questo influisce sulla elasticità del perineo. Se il perineo non stava bene prima della menopausa, quando questa arriva la donna potrebbe notare cambiamenti repentini.

Mancanza di un buon tono dei muscoli addominali tutti e del diaframma respiratorio

Il pavimento pelvico funziona in sinergia con gli addominali (retti, obliqui e trasversi) e con il diaframma respiratorio. Quando uno di questi inizia a non funzionare bene, gli altri ne risentono! Avere un buon tono muscolare dei muscoli addominali e un diaframma respiratorio elastico, aiutano il perineo a vivere meglio! Questo non vuol dire che uno si deve ammazzare di crunch, anche perchè spesso non vengono allenati quei muscoli che servono per la postura.
La diastasi dei retti addominali è una disfunzione che porterà molto probabilmente a una disfunzione del perineo, quindi se presente è il caso di fare anche riabilitazione del perineo.

Cicatrici nel corpo

Come può una cicatrice causare qualcosa? una cicatrice porta con se delle aderenze che per l’occhio sono invisibili ma per gli organi interni no. Le zone dove la presenza di una cicatrice può influenzare la postura o lo stato di salute dei muscoli e delle strutture fasciali sono: la schiena, la colonna (anestesie epidurali, spinali), l’addome, le gambe.
Le cicatrici si possono far trattare da fisioterapisti e osteopati.
Ovviamente cicatrici post parto influiscono direttamente sulla salute del perineo! Per queste ci sono alcune ostetriche che le trattano.

Esercizi kegel fai da te e uso di palline vaginali senza supervisione

Quando è presente una disfunzione, conosciuta o sconosciuta, e la persona va a fare degli esercizi fai da te, quindi senza sapere se si stanno facendo bene, oppure allenando solo un fascio di muscoli, o andando a contrarre qualcosa che non si sa rilassare, ecco che la disfunzione può peggiorare o crearsi.
Per quanto riguarda le palline vaginali solitamente sono troppo pesanti oppure vengono usate male. Questo può danneggiare il pavimento pelvico.

È possibile che mi sia dimenticata altri fattori di rischio. Già queste dovrebbero aiutare a comprendere come non esista una età unica o un sesso che dicano appunto che le disfunzioni colpiscono solo le donne che hanno avuto bambini o con una certa età.
Fare una valutazione del pavimento pelvico per capire come sta ma soprattutto per avere le giuste informazioni per vivere in modo sano e senza andare a danneggiarlo, potrebbe essere una cosa “salva perineo”! .

Rispondi