Gravidanza e piscina: perchè muoversi in acqua!


Perchè è così bello e rilassante fare ginnastica in acqua? anche per chi non ha la pancia ripiena valgono tutte queste cose!

Quando è indicato il movimento in acqua?

  • quando si aspetta un bambino
  • quando muoversi a terra può essere più difficoltoso
  • quando ci sono dolori alla schiena
  • quando l’acqua piace molto
  • quando fa troppo caldo per muoversi a terra
  • quando l’acqua è calduccia e permette di scaldarsi
  • quando si vuole staccare anche dal proprio peso per sentirsi leggere

L’acqua ha una viscosità particolare e massaggio il corpo in modo delicato ma tosto: ha maggiore pressione rispetto all’aria ed è questa a fare gran parte del massaggio, oltre che l’acqua stessa. Avete mai sentito la resistenza che fa l’acqua quando muovete un arto? ecco, quella resistenza ci offre un bel massaggio! Questo massaggio oltre ad agire sui muscoli e sulle giunture (in modo più accentuato ad esempio con l’idromassaggio o con le cascate di acqua), fa anche da antidolorifico perchè usando la teria del “gate control”, ovvero se il cancello di entrata per il dolore lo occupo con un altro segnale il dolore riuscirà a passare meno. Nello stesso modo funzionano tante altre cose che facciamo quando ci martelliamo un dito, fateci caso!

movimento acqua gravidanza piscina

Muoversi in acqua è più facile, pesiamo come se stessimo sulla luna quindi siamo molto più leggeri. Avendo meno peso è molto più facile muoverci soprattutto se c’è un po’ di sovrappeso o se l’utero ospita uno o più bambini. Inoltre la resistenza dell’acqua ci porta a movimenti lenti, più sono lenti meno sbagli faremo, ad esempio non andremo a forzare le articolazioni come può capitare sulla terra quando si fanno degli affondi e le ginocchia possono veicolare male la rotazione e lo scarico del peso. Nello stesso modo la colonna vertebrale deve sostenere meno peso, quindi può dedicarsi a tonificarsi e per il tempo che si resta in acqua non ci saranno molte compressioni e potrà riposarsi.

La pressione aumentata esercitata dall’acqua agisce in vari modi. Da un lato fa da mega calza compressiva, che in gravidanza con la ritenzione idrica data dagli ormoni o con il caldo, porta molto sollievo. Spesso dopo un ora di ginnastica in acqua le donne devono tutte andare in bagno perchè la calza-acqua ha fatto effetto. Questa compressione agisce anche a livello respiratorio! i polmoni per respirare devono vincere la forza dell’acqua e quindi lavorare di più. Un po’ come gli sportivi che vanno ad allenarsi ad alta quota per aumentare i propri globuli rossi visto che aumentano con la carenza di ossigeno che si presenta in altura.

 

Oltre alla pressione dell’acqua, sul sistema circolatorio va ad agire anche la temperatura dell’acqua. Il nostro corpo ha una temperatura intorno ai 37 °C (36,5 nelle pliche di solito), l’acqua può andare dai 28 °C (se destinata agli allenamenti dei nuotatori e talvolta anche un po’ più fredda) ai 31/32°C per quelle più calde. Le piscine termali possono arrivare a 35°C. Questa differenza di temperatura va a stimolare la circolazione periferica, unita alle fasi di riscaldamento e di raffreddamento che derivano dall’allenamento. La pressione, la differenza di temperatura dell’acqua, il nostro sangue che si riscalda e raffredda e viene pompato mentre ci muoviamo, portano a migliorare tutta la circolazione.

Inoltre muoversi in acqua permette di fare dei movimenti che a terra non potremmo mai, o servirebbero dei muscoli assurdi per farli. Questi spesso sono liberatori e ci permettono anche di arrivare ad allenare dei muscoli importanti, come quelli del pavimento pelvico senza andare a caricare molto sulla colonna e sugli addominali.

Se trovate l’ostetrica ben formata poi vi farà fare una serie di giochi, quindi il tempo passerà meglio ridendo mentre si fa movimento! Spesso nelle piscine comunali ci sono gli allenatori che non sono ostetriche, possono essere bravi ma mancheranno un po’ di cose, come poter chiedere delucidazioni in merito ai vari acciacchi e altre cose sulla gravidanza.

movimento acqua gravidanza piscina

Ecco qualcosa di simile agli esercizi che ho trovato su youtube, potete sperimentarli al mare o in piscina d’estate!

Nonchè i momenti di rilassamento in acqua che sono spettacolari

 

 

7 thoughts on “Gravidanza e piscina: perchè muoversi in acqua!”

  1. dipende da cosa causa il rischio. Se c’è il rischio di un parto prematuro non è indicato come tutto quel che ha a che fare con del movimento.
    Se si tratta di una gravidanza con diabete o ipertensione può esser una buona soluzione per fare del moto senza gravare sulle articolazioni.
    Chiedere comunque al ginecologo se tale attività si può fare

  2. giusto, non ti ho specificato niente 😛
    nel mio caso devo stare a riposo per continue contrazioni (sono quasi alla fine del quarto mese, ce le ho dall’inizio, ma ora sono un po’ peggiorate)
    Ora comunque non credo che farei un corso del genere, ma mi chiedevo se più avanti..

  3. mi sa proprio di no, suppongo che ti abbiano detto “stia a riposo”, anche se l’acqua è un bel ambiente si fa comunque uno sforzo e il muoversi peggiora le contrazioni accentuandole

  4. Verissimo tutto quel che hai scritto! Ho seguito un corso di ginnastica in acqua tenuto da un’ostetrica durante la mia prima gravidanza. Il sollievo per la schiena era enorme, ma era bellissimo anche uscire dall’acqua con le caviglie sgonfie!!!!! c.

Rispondi