I piaceri femminili…non solo un modo per raggiungere il climax


La sessualità si evolve, o meglio quello che una donna sente -parlo in generale e in un periodo di tempo irrazionale- è stato più o meno uguale. Non servono definizioni per far provare cose diverse a una donna, al massimo può servire per accendere la curiosità ed andare a stimolare dei punti che prima non si sapeva potessero essere sensibili. Metti perchè spesso con amanti che prediligono la posizione del missionario o perchè non si è mai avuto il coraggio di provare un sextoys, che non che sia meglio di un uomo, ma perchè lo possiamo dirigere dove vogliamo e proprio per esplorare zone ascoltando direttamente il nostro piacere e senza intermediari.

Alcuni di questi orgasmi sono esclusivi della donna, e altri li possono provare anche gli uomini, e gli uomini ne provano anche altri che la dona non può sperimentare.

Non preoccupatevi se non li avete mai provati o se ci proverete e non sentirete il Boom che vi aspettate dopo aver letto. Molti di questi orgasmi compaiono assieme, in vari mix e spesso non si possono differenziare. Si può però imparare ad ascoltarsi meglio e sentire dove proviamo piacere, e scopriremo che in base a dove stimoliamo -o siamo stimolate- ci potranno essere orgasmi diversi e unici.

Per scoprire i vari punti o per stimolarli al meglio o i modi differenti, quando siamo sole si possono usare dei sextoys, vibranti o meno, e che in base alle forme diverse possono provocare sensazioni completamente diverse. Ora vi racconto dei vari orgasmi, poi nel tempo parleremo dei vari sextoys e delle loro forme ammaliatrici.

Prima di proseguire vi invito a ripasare come siamo fatte noi donne… Clitoride e vulva

ORGASMO DI TESTA
Questo tipo di orgasmo può nascre con una stimolazione visiva e uditiva. Esempi di tali stimoli sono film, video o un comportamento sessuale esibito di fronte agli altri. Le persone diventano così eccitate che possono realmente sperimentare un orgasmo soltanto l’emozione. Orgasmi durante il sonno o sogni erotici…
Tra questi ci inserisco l’ASMR, ovvero

“Autonomous sensory meridian response”una piacevole sensazione di formicolio al cuoio capelluto, lungo la schiena o sulle spalle di solito accompagnato da uno stato di completo rilassamento mentale di chi la sperimenta. Essa è suscitata da diversi stimoli, cerebrali (pensieri o idee) visivi, uditivi o tattili, percepiti da un soggetto in maniera sia attiva che passiva. da Wikipedia

ORGASMO CLITORIDEO:
Questo l’orgasmo è il più comune ed è il risultato di una stimolazione della clitoride. Da sensazioni piacevoli ed intense che partono dalla clitoride e le ondate di piacere si irradiano in tutto il corpo della clitoride, vagina e pavimento pelvico. Può essere molto sensibile e richiedere particolari attenzioni.

ORGASMO VAGINALE:
Questo tipo di orgasmo femminile inizia con la stimolazione del primo terzo della vagina e rimane concentrato nelle aree pelviche o si diffonde da lì. L’utero, i muscoli pelvici, e anche l’ano possono iniziare a contrarsi nel corso di questo orgasmo. Queste contrazioni sono abbastanza forti e può effettivamente spingere fuori tutto ciò che si è usato per stimolare la vagina. Questo tipo di orgasmo richiede più tempo per essere raggiunto, ma dipende dalla sensibilità.

ORGASMO / STIMOLAZIONE DEL PUNTO G – G spot – e SQUIRTING
Questo orgasmo inizia dal punto G dove può rimanerci o può esplodere intensamente in tutto il corpo. Questo punto si sente diverso nella struttura rispetto al resto della vagina. È spugnoso e frastagliato nella struttura rispetto al resto della vagina che è più liscia. Durante l’eccitazione sessuale, la spugna uretrale essendo tessuto erettile si gonfia di sangue, e se stimolate le ghiandole di skene e le ghiandole parauretrali si riempono dei loro secreti.

E se la stimolazione è adeguata si arriva allo Squirting o eiaculazione femminile
Se il punto G viene stimolato nel modo giusto, le ghiandole di Skene e quelle parauretrali si “riempiono”, la stimolazione continua e la donna invece che contrarre come avviene con l’orgasmo classico, si lascia andare, lascia o butta fuori con il proprio pavimento pelvico, ecco che può fuoriuscire una quantità di liquido, da poche gocce a schizzi più consistenti. E’ una sensazione diversa, calda, esterna ed interna.

ORGASMO DEL PUNTO A (FORNICE ANTERIORE) A spot
Questo tipo di orgasmo femminile si ottiene con la stimolazione di una zona profonda nella vagina situata sulla parete anteriore e sopra la cervice. E’ la stessa parete dove si trova il punto G. E’ una zona sensibile all’estremità anteriore interna del canale vaginale, tra la cervice e la vescica. Se dopo un orgasmo il punto A non diventa troppo sensibile, e si può facilmente continuare la stimolazione, portando la donna a nuove vette di piacere, questo è uno dei motivo per cui le donne sono in grado di raggiungere orgasmi multipli.

ORGASMO DEL PUNTO PROFONDO (FORNICE POSTERIORE) deep spot
Questo tipo di orgasmo femminile è ottenuto stimolando una zona situata praticamente nella parte più profonda della parete posteriore della vagina. La stimolazione del punto profondo può provocare orgasmi molto intensi. Alcune donne possono sentirsi come se stessino avendo sesso anale. Questa particolare zona non è molto conosciuta, così poche donne hanno mai sperimentato queste sensazioni. E’ possibile che possa andare a stimolare delle zone del retto che una volta massaggiate e rilassate rilasciano grande e intenso piacere.

ORGASMO DEL PUNTO U – U spot
Questo tipo di orgasmo femminile scaturisce dalla stimolazione di una piccola zona di tessuto erettile e sensibile che si trova appena sopra e su entrambi i lati dell’apertura uretrale (da dove esce la pipì). È nella piccola area tra l’uretra e la apertura vaginale. Se questa regione è dolcemente accarezzata con il dito, la lingua, un sextoys o la punta del pene, c’è una buona risposta. Oltre a stimolare la parte finale della spugna uretrale e l’uretra, si stimolano anche i primi tratti dei bulbi cavernosi del clitoride. Spesso la stimolazione di questa zona può portare allo Squirting.

ORGASMO DI CAPEZZOLO
Questo tipo di orgasmo femminile può esplodere la stimolazione dei capezzoli. I capezzoli sono collegati con il IV e VI nervo intercostale che attivano una serie di risposte particolari nate per garantire la produzione e l’eiezione del latte, hanno un effetto anche sulla sessualità. Con la stimolazione dei capezzoli si ha una istantanea produzione di ossitocina, l’ormone dell’amore, che va a far contrarre l’utero, e agisce anche con i muscoli del pavimento pelvico. Molte donne sentono aumentatare l’eccitazione sessuale, quando i loro capezzoli sono stimolati, ma non tutti possono sperimentare l’orgasmo con questo tipo di eccitazione. Questo dipende molto da quanto sensibile sono i loro capezzoli.

ORGASMO ORALE
Questo orgasmo può essere vissuto dalle donne che sono molto sensibili sulle labbra e sulla lingua. La bocca ha un ruolo importante nel sistema nervoso sessuale. L’orgasmo di bocca può arrivare durante qualsiasi attività orale e sensuale come baciare, leccare, succhiare, o durante il sesso orale. Molte donne descrivono l’emozione come l’inizio nelle loro labbra che poi si diffonde dalla bocca ai genitali e in tutto il corpo.

ORGASMO DI PELLE
Questo orgasmo può essere causato dal massaggiare certe zone del corpo femminile non direttamente collegate al sistema nervoso sessuale, ma di quelle zone che sono erogene per una persona e possono cambiare da una ad un’altra. Gli esempi includono orgasmi sperimentati da molte donne durante i massaggi sensuali, oppure per quanto riguarda i feticisti quando l’attenzione è posta sulla zona del feticcio. Alcune donne hanno anche sperimentato orgasmi con baci appassionati o succhiotti in alcune zone del collo.

ORGASMO ANALE
L’orgasmo anale si può raggiungere con stimolazioni dell’ano esterne, poco profonde o molto profonde. Oltre allo sfintere anale un ruolo importante lo gioca anche la spugna perianale che è del tessuto erettile e sensibile posto tra la vagina e il retto. Il muscolo dello sfintere anale è strettamente connesso con i muscoli bulbo cavernosi che abbracciano i bulbi del clitoride, un orgasmo anale prenderà anche tutta la parte più esterna della vagina fino al glande del clitoride.

2 thoughts on “I piaceri femminili…non solo un modo per raggiungere il climax”

Rispondi