Il dolore mestruale (che chiede un antidolorifico) NON è normale


Siamo cresciute sotto la frase “tu donna partorirai con dolore”, sotto quell’ombra che ci vuole chiuse in casa quando abbiamo le mestruazioni.
Con tanti tabù sul flusso mestruale che chiamarle mestruazioni è sacrilegio.

Ho le mie cose, il marchese, il ciclo, il marchese in visita, sono indisposta, quel periodo del mese…

Ad un mio primo sondaggio che ho fatto su instagram il 63% circa ha risposto che il dolore mestruale che richiede un antidolorifico sia normale, mentre non lo è un dolore simile ma non legato alle mestruazioni.

Ho anche messo poi dei sintomi dei dolori mestruali senza nominare le mestruazioni. E magia, non erano normali.

Sembra quasi che se qualcosa è associata a mestruazione allora si deve stare zitte, non si trovino professionisti che ci credano, quindi “mi tengo il dolore, so che non è normale ma tanto nessuno mi ascolta”

Questo aspetto è alimentato anche da tanti medici che, per cultura o credenze, pensano che il dolore mestruale sia normale. Quindi dicono alle donne che è normale, anche quando la donna vomita o deve prendere 4 antidolorifici al giorno. E così tante donne con endometriosi arrivano a una diagnosi spesso troppo tardi quando sono richiesti interventi molto invasivi.

Ehi! Sveglia! Se un primo medico non ti ascolta, passa a un altro e così fino a che non ne trovi una da cui ti senti ascoltata (oppure vieni da me 😜).

Se gli altri non danno importanza a quello che il tuo corpo ti dice, fallo tu!

Il dolore è sempre un segnale del corpo che qualcosa non va come dobrebbe. Per quanto riguarda il dolore mestruale questo può essere causato da uno squilibrio estro-progestinico con successivo squilibrio delle prostaglandine. Questi squilibri agiscono a livello delle strutture vicine e non, portando tutta una serie di sintomi spiacevoli. Se ne contano più di 200 di sintomi connessi con la sindrome premestruale, per dire…
Anche disfunzioni del pavimento pelvico, come l’ipertono, può aumentare il dolore mestruale!
Anche una alimentazione che non è adatta a quella persona può influenzare molto, ci sono donne che si sono accorte di non avere più dolore dopo aver cambiato la loro alimentazione!

Il dolore ci dice che qualcosa non va, meglio prendere un antidolorifico o andare alla ricerca delle cause?

Ci sono tanti libri e articoli online per iniziare a capirci qualcosa di più.
Cerca forum sul ciclo mestruale, libri come Luna Rossa di Miranda Gray, Mestruazioni di Alexandra Pope e tanti altri.

Ripetiamolo come un mantra:
Il dolore mestruale che richiede un antidolorifico NON È NORMALE!

P.s: La pillola non è una cura per tutti i mali. Può essere un salvavita per alcune situazioni, per altre dove non si conoscono le cause suggerisco sempre di indagare a fondo per poterle sistemare. La pillola si sovrascrive alle ovaia, se le cause sono nella tiroide, nell’intestino, nel pancreas, la pillola non sistema quelle cause che possono continuare ad agire in silenzio su tutto il corpo. Ad esempio come la sindrome dell’ovaio policistico che può essere causata principalmente dalla resistenza all’insulina (una specie di prediabete) o dalla tiroide. Se non si cercano le cause la donna avrà questi squilibri altrove!

 

Rispondi