Il mio buon proposito


Quando arrivo a cavallo del capodanno mi piace riprendere i propositi che mi ero fissata l’anno precedente. Quello che dovrei imparare è a controllarli anche via via che passano i mesi altrimenti mi dimentico quello che volevo fare.

Per il 2014 mi ero prefissata:
Dimagrire un po’
– ho perso 18 kg, non sono i 30 che mi avevano estorto con una promessa ma considerando l’anno brutto che ho passato, direi che sono più che felice!
Imparare a delegare
– qualcosa ho imparato, diciamo che quest’anno ho imparato molto a chiedere aiuto e a farmi aiutare, cosa per me non sempre facile…anzi
Organizzarmi
– mmm…. no, non ho ancora imparato
Sistemare il mio negozio online
– Siii! non a gennaio 2014 ma a settembre è nato il mio nuovo negozio!! e l’ho fatto tutto da sola…ora mi devo impegnare a tenerlo aggiornato

Cosa voglio da me stessa per il 2015?
E’ difficile ora da pensare. Ho avuto un anno molto travagliato che mi ha portato molto anche se con un bel po’ di sofferenze. Ho compreso che la relazione che avevo era morbosa per me e non faceva che danneggiarmi, e grazie a una congiunzione quasi astrale sono riuscita a liberarmi (un viaggio in una isola magnifica, un portoghese, la mia voglia di vivere che ho ritrovato).
Ho scavato dentro di me come si suol dire.
Tanto.
Ho scoperto molte cose che mi tenevo nascoste, molte mi hanno fatto male.
Mi son presa cura di me e di tutte le ferite che mi ero fatta e che avevo nascosto per troppo tempo, e quelle che altri mi hanno fatto perchè gliel’ho concesso. E soprattutto ho chiesto abbracci e mi son lasciata cullare.

Sto imparando a dire di no, magari iniziando con un semplice “ci penserò su”
Mi son presa cura di me e ho finalmente iniziato ad amarmi, a stare bene con quella che mi fa compagnia dentro, ad abbandonarmi alle cose belle che mi capitano, ad ascoltare le mie stesse emozioni (belle o brutte che siano), a dargli un nome e a lasciarle libere senza nasconderle dentro ai miei muscoli.
Ho traslocato perchè vivevo in un posto che non era mio anche se bellissimo.
Son ripartita da capo dopo aver spazzato via le foglie, le macerie, i pezzi rotti.
E ora mi trovo qua con il cortile pulito e tutto da ricostruire, fortunatamente ho delle buone fondamenta e un sacco di mattoni, e soprattutto la forza di chiedere una carriola se ne avessi bisogno
Direi che il prossimo anno potrebbe portare molte cose belle e quasi quasi non mi va di stillare una lista con i buoni propositi, con obiettivi vari, cose da fare. Perchè di queste ce ne sono una vagonata come anche delle cose da imparare e scoprire.
Magari uno solo:
“prendermi cura di me stessa”
E questo credo che racchiuda molte, forse tutte le cose positive che posso farmi gravitare intorno, chiamare, accogliere.

2 thoughts on “Il mio buon proposito”

  1. Brava Violeta,
    ti auguro se non di realizzare, quantomeno di arrivare il più possibile vicina ai tuoi desideri, e di riuscire finalmente a tradurli in realtà.
    (che è, poi, quello che auguro anche un per me)

    coraggio, avanti tutta!

    un abbraccio

Rispondi