Il mio Dado Vegetale


Da quando ho il fidanzato nuovo col Bimby nuovo ho iniziato a fare il dado di carne.
Da quando tengo gli incontri di autosvezzamento ho iniziato a fare anche il dado vegetale.
C’è la ricetta del bimby, c’è un’altra ricetta di un libro bellissimo che si chiama “W la pappa” di Paola Negri”.
L’altro pomeriggio è venuta una mamma che era venuta al primo incontro di autosvezzamento, Antonella, e ci siamo messe a sperimentare il dado e abbiamo creato una ricetta ex novo.
A me è venuto in mente di mescolare due cose il dado + il gomasio.
Il gomasio è il sesamo tostato con un 10% di sale, il tutto frullato. Fortuna che Antonella ha scritto tutte le dosi!!


Ingredienti:
3-4 carote medie (circa 150-200 gr)
1-2 costole normali di sedano con foglie (circa 100-150 gr di sedano)
1 cipolla medio-grossa (circa 100-150 gr)
un po’ di foglie di porro (circa 100-150gr)
verze (circa 100 gr)
1 zucchino medio (circa 150 gr)
100 gr di semi di sesamo (ma anche di più)
300 gr di sale grosso
mezzo bicchiere di vino rosso
spezie a piacere (alloro, salvia, timo, maggiorana, chiodo di garofano, rosmarino, aglio, ecc)

Il secondo dado che ho fatto ho aggiunto anche del cavolo cappuccio e circa 100 gr di semi di girasole e 50 gr di sale in più.
Le verdure che aggiungete vanno in base alla stagione, possono essere pomodori, fagiolini, pomodori secchi, e tutto quello che vi viene in mente. La cosa importante è mantenere più o meno le proporzioni tra totale di verdure circa 500-800 gr di verdure e 350 di sale.

Inizio tostando i semini in una padella, questa operazione richiede molta attenzione perchè i semi si bruciano molto facilmente e devo girare spesso per far si che tutti i semini si tostino. Una volta che penso che tutti i semi siano ben tostati li metto nel mixer con il sale e li trito per bene.
Tolgo il sale tritato dal mixer e lo metto da parte.

Nel mixer ora metto tutte le verdure e le spezie che ho scelto, di solito personalmente non metto più di 2 foglie di alloro perchè poi sa troppo di alloro e non più di un chiodo di garofano. Quindi trito il più possibile.

 

Quindi aggiungo il sale tritato con i semini e rimescolo.
Le verdure cambieranno consistenza e diventerà una pappa più moscia.
La ricetta di “W la pappa” dice di metterlo via così senza altre procedure ma se lo si assaggia sa troppo di cipolla cruda. Ora non so come possa essere dopo un riposo di qualche settimana ma sinceramente non mi stuzzicava l’idea di provare la cosa quindi ho preso il tutto – e come se non avessi il bimby- ho versato il contenuto in una padella e lo abbiamo cotto.
La ricetta bimby invece suggerisce di cuocerlo per tipo 20-30 minuti a massima temperatura.
Per cuocerlo ho preso una padellona bella larga antiaderente e a fuoco medio alto, rimestando ogni tanto si è asciugato e cotto in molto meno tempo dei 20 minuti suggeriti dal bimby. Quindi per chi non ha il bimby è un dado fattibile e viene bene e buono. Per chi ha il bimby suggerisco questo passaggio per risparmiare tempo e energia.

Con quell’elenco di verdure e ingredienti iniziale è venuta fuori tutta sta roba (barattoli qua sotto). Considerando il risparmio economico e il poter scegliere di persona cosa metterci direi che è molto meglio far da sè il dado che andarlo a comprare!! ah, questo quantitativo a me dura quasi 10 mesi e lo uso per condire spesso al posto del sale.

 

2 thoughts on “Il mio Dado Vegetale”

  1. Invece di invasarlo..mettilo nell’essiccatore!!

    Avrai il dado granulare. Potrai tenerlo fuori dal frigo senza problemi, occupa meno spazio e dura molto di più!!

    e sprigiona un profumino magnifico per tutta casa ^_^

  2. Grazie Nastascia! bellissima idea! comunque anche questo può stare fuori dal frigorifero data l’alta quantità di sale presente, io lo metto in frigo perchè faccio prima e un barattolo (mandata) mi dura 10 mesi circa senza andare a male

Rispondi