Latte di mandorle, riso e soia con il bimby


Grazie a una amica vegetariana/vegana mi sono interessata ai latti vegetali e grazie al bimby mi è anche molto facile farli.
Tra quelli che ho provato c’è il riso che è uno dei più rapidi perchè non serve mettere in ammollo il riso, le mandorle che è molto buono e basta ammollare per 6 ore e poi si può fare a freddo, e la soia che forse è il più laborioso ma comunque facile.
Metto una foto della granita che ho ottenuto con il latte di riso perchè non ho fatto ancora foto ai latti e a come vengono, son sempre stata troppo impegnata a fare tutti i passaggi successivi e non ho fotografato…
Io non usavo latti vegetali, ogni tanto il latte di soia per fare il pane. Chi usa spesso latti vegetali può trovare molto più buoni quelli fatti in casa e soprattutto molto più economici. A me -non conto l’energia che mi serve per cuocerlo perchè non so fare il calcolo, comunque son 30 minuti di bimbi per riso o soia)- come materia prima costa veramente poco contando che 1 kg di riso costa 1 euro e per 1 lt di latte ne servono circa 50-70 gr, per 1 lt di latte di soia ne servono 70 gr e i 500 gr li trovo a 2 euro e per 1 litro di latte di mandorle 100 gr che si possono trovare già da 1,20-1,50 euro.
Poi spesso si trova che il latte ottenuto vada un po’ diluito per essere più buono.

Latte di riso

Ho preso 70 gr di riso, o 4 cucchiai e li ho lavati abbondantemente sotto l’acqua per ridurre l’amido che si portano esternamente.
Poi ho messo a cuocere il riso con 1 lt di acqua nel bimby a velocità 3 e a 100°C per 25 minuti. Dopo questo primo passaggio ho frullato tutto a velocità 10 per qualche minuto. Si ottiene un latte molto bianco e che sa un po’ di riso, si può aggiungere zucchero o malto o sciroppi, circa 40 gr di zucchero o quanto basta in base al vostro gusto.
Se il latte è venuto troppo denso per berlo si può aggiungere acqua a piacimento.
Si possono usare vari risi e si otterranno sapori differenti o aggiungere semi oleosi (noci, mandorle, nocciole, semi di sesamo, ecc) per ottenere varie fraganze, così come spezie da scegliere in base all’utilizzo che se ne farà (cannella, vaniglia, noce moscata, buccia di limone o arancio, ecc)

Latte di mandorle

Ingredienti
– 100 gr di mandorle
– 50 gr di zucchero
– 1 lt di acqua

ho lasciato in ammollo le mandorle per una notte e al mattino le ho frullate con il bimby a velocità 10 per una 3-5 secondi assieme allo zucchero. Poi ho introdotto 200 gr di acqua e ho frullato di nuovo a velocità 10 e per una decina di secondi.
Poi ho aggiunto la restante acqua e ho frullato a velocità 8-10 per una ventina di secondi.
Ho filtrato usando un colino a maglie sottili e ho ottenuto l’okara di mandorle. Se si vuole usare il latte per fare creme o gelato si può tranquillamente non filtrare. Da bere perà è buono filtrato! Per fare il parmigiano vegan potete seguire questa ricetta
Io penso però che li unirò di nuovo e ci farò uno squisito gelato!

 l’avanzo delle mandorle

Latte di soia

100 gr fagioli di soia gialli
1 lt acqua
Primo esperimento seguendo la ricetta che si trova online… Non soddisfacente…
Ho lasciato in ammollo per tutta la notte e qualcosa di più i fagioli in acqua, cercando di cambiare spesso l’acqua. Ho letto che questo può aiutare a ridurre il sapore del fagiolo dal latte.
Dopo l’ammollo ho messo i fagioli nel boccale del bimbi e ho versato 200 gr di acqua. Ho tritato a velocità 5/6 per 4 minuti (già si crea un purè), poi ho tritato a velocità 9/10 per altri 4 minuti. Poi ho aggiunto altri 800 gr di acqua cercando di sciacquare il boccale per recuperare un po’ di soia frullata. Ho messo i 100°C e a cuocere per 25 minuti a velocità 2/3. Durante la cottura è possibile che venga fuori un po’ di liquido, modificare quindi la velocità o la temperatura.
Con questo procedimento si ottiene solo latte e nessun residuo (okara)  e sono triste che volevo fare le polpette con l’okara. Non l’ho nemmeno assaggiato perchè non mi piace il latte di soia e ho fatto subito il tofu. Ovviamente è venuto un mega tofu ricco di okara. Con questo procedimento il tutto sapeva molto di fagiolo crudo.

 il tofu che ho ottenuto… ci farò una torta salata!

Procedimento inventato da me, soddisfacente!
Poi ho provato a cambiare i temi di frullamento della soia.
Ho tritato la soia “all’asciutto”, quindi senza aggiungere acqua, con velocità 5 e per 1 minuto, non di più. Forse la prossima volta proverò 1 minuto e mezzo ma anche con un minuto è accettabile.
Poi ho aggiunto un litro di acqua e ho cotto per 25 minuti a 100°C.
Risultato ottimo! non c’era odore di fagiolo e l’okara era presente.
Ho filtrato il latte mettendo da parte l’okara e poi ho ricotto il latte per altri 7 minuti.
Il latte ora è pronto per tutti i vostri esperimenti successivi!

l’okara

One thought on “Latte di mandorle, riso e soia con il bimby”

Rispondi