Pellicola idrosolubile: come usare dei filati senza usare i ferri!


Ispirata dal Tutorial di Daniela in cui spiega come fare una bellissima sciarpa usando un tessuto non tessuto che si scioglie in acqua e un magico piedino che permette un’andatura libera, il piedino per fare il free motion usato nel quilting.
Ora come ora questa tecnica è famosa con il nome di idrofree proprio perchè questo tessuto particolare si scioglie con l’acqua, molte la usano per fare spille o abbellimenti, ci sono poi varie tecniche e prodotti. I tessuti sono trasparenti o poco trasparenti e alcuni hanno pure la colla per far aderire meglio le cose che ci si sistemano sopra oppure si usa una colla a spruzzo per far l’effetto appiccicaticcio.
Penso che tutto dipenda dal progetto, se si vuole fare qualcosa di piccolo non servon colle o simili, se invece si vuole fare una sciarpona con dei disegni o quant’altro un po’ di collume serve.
Per fare questo fiore ho usato 3 lane diverse nei toni del giallo-arancione e 3 nei toni del verde, ho cercato di usare delle lane un po’ pelose e buffe per avere un risultato più fico.
Inizialmente ho disegnato la corolla con una lana più arancione, poi ho riempito i petali con mini matassine di giallo e per il centro del fiore ho usato una lana arancione tutta pelosa.

Poi ho ritagliato un pezzo di tessuto idrosolubile grande quanto il fiore e l’ho sistemato sopra fissandolo con degli spilli in maniera da mantenere bene la forma del fiore.

Poi ho iniziato a cucire il centro dei petali con filo giallo. Il piedino del freemotion consente di muovere la stoffa e quindi creare dei disegni mentre si cuce (se date un occhio al tutorial di Daniela vedrete bene come funziona).

Per fare un po’ più di decori ho cambiato colore, ho iniziato a cucire il fiore con l’arancione, prima una cucitura a zig zag lungo tutto il contorno sopra la lana arancione e poi ho disegnato delle venature dentro i petali

Ecco come appariva il fiore dopo le due cuciture

Dopo aver cucito il fiore mi son dedicata al gambo e alla foglia, non li ho fatti prima poichè avevo paura che senza collanti il fiore o la foglia si smontassero mentre cucivo uno dei due.
Ho prima disegnato il gambo e la foglia

Dopo di che ho riempito il fiore con una matassina di verde scuro e ho disegnato delle venature con un verde molto più chiaro.

Per cucire il gambo ho usato lo zig zag, per la foglia invece mi son divertita come per la corolla. Ho usato due colori diversi cercando di disegnare delle venature sia per fissare bene la lana che per decorare.

Una volta che il fiore era tutto cucito l’ho buttato dentro l’acqua con sapone (giusto per dare una lavata profumosa al tutto) e in brevissimo tempo il tessuto idrosolubile era scomparso.

Ho atteso che il tutto si asciugasse ed ecco com‘è venuto il fiore

Il fiore sta a decorare una borsa in cotone bianco per fare la spesa. Questa borsa è nata dall’iniziativa di Francesca di Diverticreando (Swappiamo?… Ecologic bag) dove chi partecipa deve creare una borsa e inviarla a un’altra partecipante. Quindi io regalo una borsa e me ne arriverà una indietro ma chi la fa io ancora non lo so!
Questa è la mia!! clicca sull’immagine per vederla più grande!!

Ho trovato uno scamotage per mostrare la foto….non so che problemi ci siano dietro, spero che riusciate a vederla ora!!

5 thoughts on “Pellicola idrosolubile: come usare dei filati senza usare i ferri!”

  1. la pellicola la chiamano idrofree, si trova in alcune mercerie e in alcuni siti come quello di Roberta de Marchi.
    Da qualche parte lo vendono anche a metro e c’è un tipo che è adesivo per migliorarne l’uso

  2. ciaoooo,scusa il ritardo con cui ti avviso…ma con la gravidanza che avanza non ho mai voglia di far nulla…volevo dirti che mi è arrivata la collana.
    bellissima.

Rispondi