Come scegliere i sextoys


Sempre più spesso mi chiedono con quale gioco iniziare e puntualmente pongo sempre la stessa domanda:
“dove ti piace di più? Cosa ti piace di più?” E da qua posso dare consigli su come scegliere i sextoys!
Quindi ho pensato di creare una specie di vademecum con le varie categorie in base ai giochi che ho, nel tempo andrò modificando e aggiungendo in base alle nuove forme e modelli che mi arriveranno.

A grandi linee le macrocategorie dove iniziare a sbirciare per scegliere un sextoy sono queste. Il prossimo articolo sarà sulla manutenzione e poi inizierò a parlare in modo più specifico di ogni categoria, guardando nel dettaglio anche i singoli giochi.

Vibrante o dildo?

sextoys vibrantori
Sextoys vibranti
sextoys dildo.jpg
Sextoys non vibranti, dildo

Sono nati prima i dildo, non starò a fare un trattato di storia ma penso che in giro avrete notatodipinti greci o oggetti di pietra un po’ antiquati.
Un dildo è un oggetto che si usa solitamente per la penetrazione e può essere in varie forme e materiali.
Da quello che vedo nei sexyshop italiani i dildi sono molto sottovalutati. Forse per l’idea che non vibrino allora si pensa che boh, non servano a molto. Beh, se pensiamo che un pene normale non viene munito di vibrazioni e soddisfa solitamente più di un qualsiasi altro sextoys dovrebbe farci pensare.vibratori ricaricabili pile
Ormai ci sono tantissimi dildi con forme interessanti. Dalle esperienze che sto raccogliendo in giro, le vagine sono più interessate da forme performanti che non da super vibrazioni. In base a una forma o un’altra si possono stimolare punti diversi o si hanno stimolazioni precise.
Un vibratore emette come dice il nome vibrazioni, queste possono essere di tipi diverse, più o meno intense in base al tipo di alimentazione, usate esternamente o internamente.
I vibranti necessitano di una forma di energia. Ci sono quelli che vanno a pile di solito più economici, poi quelli muniti di una batteria interna ricaricabile ormai anche con cavetto che si attacca a una normale presa USB, e quelli che vanno attaccati direttamente alla corrente, e questi sono i più potenti. Quelli a pile di solito costano meno, ma in compenso possono durare anche di più rispetto ai ricaricabili poiché quando la batteria si esaurisce non la si può cambiare.

 

Materiali

Si può scegliere tra materiali naturali o plastici. Di quelli naturali abbiamo il legno, la pietra, il vetro, la ceramica. Non tutti gli oggetti di vetro possono essere usati per la penetrazione, devono essere ben levigati e verniciati con vernici apposite non tossiche.
Mentre per le plastiche ci sono molte più scelte, non tutte sane però. Tra quelle più sicure ci sono il silicone e l’ABS; mentre altre non sempre ben definite o ignote come “jelly/gelly, gomma, plastica” non si sa cosa abbiano dentro e spesso rilasciano robe tossiche. Si riconoscono per l’odore sgradevole. Alcuni polimeri “gommosi” come quelli usati per i masturbatori sono buoni, diciamo che ci si può affidare alla marca, anche se ad esempio per i masturbatori come l’ovetto Tenga, la ditta suggerisce di usarli e poi buttarli via. A volte i materiali non sembrano puzzare o essere di cattiva qualità appena acquistati, ma si rivelano per quello che sono dopo pochi mesi, e fidatevi che la puzza si sente! Anche le vostre mucose possono dirvi se un prodotto è “tossico”, la vagina o gli ani possono bruciare quasi subito al contatto con queste gomme-plastiche. In questi casi di dubbia provenienza è sempre meglio usare dei preservativi per proteggersi da eventuali irritazioni.

Per la stimolazione clitoridea

vibratori clitorideTra i sextoys vibranti iniziamo dai più piccoli, quelli per stimolare il glande della clitoride. Solitamente hanno una forma piccola, maneggevole e talvolta ergonomica. Altre volte è solo una forma più fashion, tipo diamante o palla che mima il cunnilingus. Quando hanno queste forme piccole e tozze non si prestano per una stimolazione vaginale interna. Tra questi ci inserisco i bullet, quella specie di pallottola color argento che viene usata come elemento vibrante per altri giochi e lo si può togliere o meno, come usare da solo; e anche i famosissimi rossetti vibranti e le paperelle.
Sextoys, vibranti o dildo, per la stimolazione vaginale sono tutti quelli che possono essere inseriti in vagina, con una penetrazione più o meno profonda, con un diametro più o meno grande, con forme lisce/bitorzolute/curve. Questi possono essere suddivisi in tante altre categorie e vedremo di farlo.


Mini vibratori

vibratori miniIn questa categoria ci infilo quei piccoli vibratori che permettono una stimolazione della entrava vaginale e sono anche “da borsetta”. E come mi disse una mia amica “hanno un loro perchè”. Ovviamente possono essere usati anche per stimolare la vulva e il glande della clitoride. Oltre all’entrata vaginale possono stimolare la spugna perianale che si trova tra la prima parte della vagina e l’ano/retto.


Vibratori a doppia stimolazione

vibratori doppia stimolazioneLa doppia stimolazione può essere vaginale+clitoridea, anale/vaginale e alcuni anche anale+clitoridea, in base alle forme e a quello che piace. Non ci sono freni alla fantasia su come si possono usare!
Tra gli stimolatori “vagina+clitoride” ci sono i rinomati rabbit, chiamati così perchè l’appendice più piccola era un tempo un coniglietto con le orecchiette. Storia lunga ed interessante che prima o poi vi racconterò!
Questi possono piacere o no, ma a volte è più una questione di incastrare le proprie forme con quelle dei giochi.


Vibratori e Dildi per il punto G

Vibratori per stimolazione punto G
Vibratori per stimolazione punto G
Dildo per stimolazione punto G
Dildo per stimolazione punto G

Tra questi ce ne sono di vari tipi e a volte alcuni che vengono spacciati per potentissimi stimolatori di tutti i punti G e poi invece una si ritrova a non sentire nulla.
Ci sono quelli con una curva che va a stimolare tutta la parete anteriore (dove dovrebbe trovarsi la zona clito-uretro-vaginale, leggi qua per un ripasso) quindi “ndo coio coio” e il punto G non scappa, e quelli che bisogna già sapere dove sta il proprio punto e quindi se una non sa possono essere poco utili.
Per sperimentare suggerisco quindi quelli “generici” con una bella curva che possa abbracciare tutta la parete vaginale anteriore (si chiama così).
Quelli più lunghi e curvi possono essere usati per stimolare il punto A e il punto profondo, che si trovano proprio in fondo alla vagina rispettivamente sopra e sotto la cervice.

Sextoys dalle forme strane

sextoys bitorzolutiQuando si dice “le forme sono importanti”, citazione di non mi ricordo di quale pubblicità, direi che lo si può riciclare per questi giochi. Molti pensano che i dildo siano poco pratici o goduriosi, ma quando si possono trovare forme così interessanti che vanno a stimolare in modo “attivo” varie zone della vagina che sono sensibili più a una pressione o tipo di massaggio, più che a una vibrazione, ecco che molte forme diventano “magiche”. Tra questi ci includo le curvature da punto G e gli altri.
Le forme con palle/linee/scanalature, e cambiamenti di ogni tipo rispetto al liscio, sono molto interessanti per la stimolazione della entrata vaginale.
Una forma invece che è liscia e a goccia è interessante perché la vagina tende a richiudersi, quindi con le forme a goccia (in cima più larghe e poi tendono a restringersi) si crea una specie di senso di vuoto, di risucchio e la stimolazione che ne viene fuori può essere molto interessante.

Sextoys per giocare in compagnia

vibratori per la coppiaOvviamente tutti possono essere usati in compagnia, ma alcuni sono pensati per coinvolgere due persone attivamente. Ovviamente non li ho tutti, e presto se ne aggiungerà uno molto interessante (Pulse DUO di HotOctopuss) che viene usato, come le varie C vibranti, durante il rapporto sessuale. La C serve per aggiungere una stimolazione clitoridea e aiutare quelle donne che raggiungono l’orgasmo solo con la stimolazione diretta del glande, per questo si possono usare anche altri giochi vibranti da posizionare tra il clitoride e il pube di lui, ma se sono ingombranti o se tendono a scappare, sono poco prestanti. Mimì di JeJoue si presta bene a questo e altri con una forma simile e un silicone poco scivoloso.
Il Pulse Duo serve per “connettere” e stimolare l’uomo e la donna quando non c’è una erezione ed entrambi ne traggono piacere.
Questi tipi di giochi li trovo miracolosi e aiutano le coppie a raggiungere orgasmi dove altrimenti sarebbe molto difficile o impossibile, mantenendo la complicità di coppia.
Poi ci sono gli ovetti vibranti con telecomando. Questi son proprio per “giocare”, tipo che la coppia va a cena fuori e quello che non indossa l’ovetto tiene in mano il telecomando (o comanda l’applicazione che comanda l’ovetto). O anche il vibratore per clitoridi che risponde alle canzoni!

Sextoys per uomini

sextoys per uomoTralasciando il fatto che tutti i precedenti vibratori potrebbero essere usati per stimolare il pene, lo scroto e il punto L, qualsiasi sia la loro forma ma basta che vibrino.
Per il resto ci sono masturbatori che vanno ad amplificare le sensazioni, comprimono, massaggiano, stringono come gli anelli per peni (cock ring). Ce ne sono altri che uniscono un tipo di vibrazioni come il Pulse che sta per arrivare alla mia collezione, o che fingono una fellazio quasi come le mille linguette come le chiamo io.
Tra i masturbatori ci sono le finte vagine e gli ovetti, i tenga sono i più famosi ma ora ne esistono altri quasi migliori e con prezzi più abbordabili.
Ci sono anche dildo e vibratori per la stimolazione della prostata, hanno forme particolari e a chi piace questo tipo di stimolazione, sono molto piacevoli. Leggi qua per ricordare quale zone stimolare.


Strapon e strapless

strapon straplessForse l’immagine vi da un aiutino… Altrimenti ve lo spiego io! Si tratta di giochi che vengono indossati da una persona per penetrare un’altra persona.
Strap-on include un harness, ovvero una imbracatura e un dildo apposito che ha una base. In commercio ci sono anche quelli che sono un pezzo unico con l’imbracatura. Personalmente preferisco che imbracatura e harness siano separati così che si possano lavare meglio,ma soprattutto scegliere il dildo di buona qualità o dalle forme che si desiderano. Lo strapon può essere indossato sia da donne che uomini, e possono essere penetrate sia vagine che ani.
Lo strapless, ovvero senza harness o imbracatura è quel coso rosa con forma di L, vengono chiamati anche Feldoes. La parte corta è “indossata” dalla donna inserendola in vagina e mantenuta ferma con i muscoli pelvici, e poi la parte lunga per penetrare qualcos’altro.


Sextoys per la stimolazione e penetrazione anale

sextoys anoSe la vagina ha una fine e le cose dentro non ci si perdono, l’ano è un po’ diverso, oltre a “non avere fine” è anche in grado di risucchiare, quindi è importante scegliere il tipo di giochi e non improvvisare con dildo casalinghi (frutta e verdura, barattoli vari tipo shampoo/creme & co).
Un buon dildo o vibratore per la penetrazione anale ha una base larga che fa si che funzioni come fermo, come tappo.
Si possono usare tutti i dildo che hanno una base più larga, ad esempio gli stessi che si usano per gli strapon, oppure se si parla di plug anali, ideati apposta per questo, il restringimento deve essere lungo abbastanza per far richiudere lo sfintere anale. Ci sono alcuni plug con brillantino che non hanno questo spazio e l’ano non richiudendosi tende a risucchiare dentro il plug.
Le palline anali -tipo collana di perle- fanno parte di questa categoria e possono essere molto interessanti. Alcune però non hanno una fine molto larga e quindi vanno sempre tenute per l’anellino.

Sextoys per tutti i gusti (o tutte le perversioni)

stravagantiLe fantasie esistono e non vedo perché non realizzarle. I giapponesi ne hanno di difficili da comprendere e talvolta sembrano aberranti, come ad esempio vengono masturbatori a forma di vagina di bambina. A quanto pare però in Giappone c’è il tasso di pedofilia più basso. Mi domando se il poter in qualche modo incanalare “fisicamente” con un gioco una fantasia -anche se così difficile da digerire per altri- possa invece aiutare a ridurre le tentazioni.
Ne ho ancora pochi ma in giro c’è di tutto e di più. Dai dildo o masturbatori a forma di piede, raffiguranti sportivi famosi, come anche i calchi di peni di porno star conosciute (avete visto quello di Rocco?). Se a una persona può piacere un determinato gioco di ruolo dove è presente un unicorno, perché non può mettere in pratica questa sua fantasia?
Via libera ai giochi di ruolo! E il plug anale con coda che si vede nella foto sopra può esere usato per esempio per il pet play… oltre al dottore e all’infermiera, mai pensato alla gatta o al cucciolo?
Il mio pensiero è che se una persona non nuoce se stessa e non fa male ad altri, dentro la propria camera da letto può avere mille fantasie assurde e metterle in pratica e se la fanno stare bene, perché non farlo?

Se ancora non siete sicuri, potete sempre chiedermi una consulenza!

Per ricordare le zone dove una donna prova piacere, leggi qua!

Qua trovi i vari sextoys che ho, in constante aggiornamento

Qua dove puoi fare acquisti!

One thought on “Come scegliere i sextoys”

Rispondi