Uomini: diffidare dalle imitazioni


No, non è un post per gli uomini ma diretto alle donne, a quelle giovani almeno. Spero che le donne adulte abbiano già avuto modo di rendersene conto, io ci ho messo alquanto tempo purtroppo per capire che purtroppo in giro ci sono più imitazioni di uomini che uomini veri.

Non so se tutto sia dipeso dal mega gap che c’è stato nella mia generazione, anni settanta in cui le donne coi pensieri di libertà, Marx, comunismo, pillola, libertà sessuale, latte artificiale, sto esagerando e lanciando parole a caso ovviamente… ma c’è veramente uno scalino assurdo a un certo punto tra un’età e l’altra. Si vede anche da come vengono educati i ragazzi, da come crescono gli adolescenti ora.

Comunque, credo che un po’ lo zampino c’entri il fatto che molte donne abbiano richiesto quella parità dei sessi, che però è stata presa troppo alla lettera su alcuni fronti e non su altri, nel senso, è stata applicata dove all’uomo faceva comodo e non su altri. Potete dire tutto quello che vi pare ma omini e donne so diversi!! sia fisicamente che mentalmente!! va bene avere stesso potere in cariche pubbliche, politiche e di lavoro, ma ci saranno sempre differenze significative in moltissimi ambiti. (e non è un post per parlare di questo!!)

Ora da singol mi ritrovo a fare degli esperimenti per ricerche di mercato, per scrivere articoli, per divertirmi anche e mi rendo conto che questi uomini che però chiamerò “ragazzetti” non sanno corteggiare e vogliono andare subito al sodo, giusto perchè tanto “io voglio quello e loro vogliono quello” o peggio “perchè ce l’ho grosso”. Quindi passo da troia o da classico buco con donna intorno.

Ora gli approcci son molto più semplici via web, e il ragazzetto si accontenta di farsi una pippa, quindi gli basta vedere anche giusto una scollatura, il moderno sostituto di postalmarket per intenderci. Quindi pensano di accalappiarti con le classiche frasi d’occorrenza, fissano falzi appuntamenti, estorpiano quindi incontri conoscitivi in cam, sicuramente poi si trastullano e il giorno dopo disdicono con scuse del kaiser, fanno finta di dimenticarsene o peggio cancellano tutto l’andaraban così non li puoi raggiungere.

Si riconoscono dalle frasi fatte, quelle di circostanza che ti fanno senza nemmeno averti conosciuta, che però farebbero sciogliere pure l’icebergh del Titanic e sai che so finte ma tanto le ascolti e ci stai. O dalle evasioni quando chiedi dei fatti concreti. Quindi mi chiedo, perchè essere autolesioniste? non facciamoci trattare da zerbini!

Ora, l’omo vero tratta la donna da DONNA. Difficilmente un ragazzetto riesce a fingere tanto quindi si dovrebbe capire bene la differenza. Sa corteggiare indubbiamente, che poi diciamocelo, non esiste un modo unico di corteggiare (e se l’omo, insomma, il ragazzetto ti chiede “cosa ti piace così ti corteggio meglio” vuol dire che proprio non ci siamo… l’omo vero lo capisce da solo cosa deve o non deve dire, cercare, fare) perchè il modo giusto va modificato in base alla donna che si trova di fronte, come ovviamente la donna deve rispondere in modo appropriato al corteggiamento. Altra cosa, l’omo vero non necessita di conferme, feedback o come volete chiamarli, è sicuro di sè stesso e questo gli basta.
La mia conclusione è che se un omo non mi fa sentire donna non merita di ricevere mie attenzioni… purtroppo sui muri bisogna picchiarci più e più volte prima di capirle e anche se di omini per strada ne avevi incrociati qualcheduni, non propriamente come avresti voluto, ma comunque incrociati, non era bastato per comprendere cosa si doveva fare e quali erano le scelte da prendere.

Esempio pratico avvenuto stamane:
Tipo che deve corteggiarmi stamane su scaipe:
tipo: Ciao
… io ho da fare e non rispondo…
tipo: Neanche un ciao

Ecco vi sembra una cosa da dire a una donna che si vuole corteggiare? e quando ho iniziato a dirgli che gli davo il due di picche perchè col cavolo che si corteggia così una donna mi dice “mi insegni te a corteggiare una donna?” … di male in peggio!! Chevvelodicoaffà?

Quindi appena qualcosa non vi piace, non vi torna, vi si rizzano i peli delle braccia, salutate, voltate le spalle e ciao  ciao, andate alla ricerca di un omo vero!

AGGIUNTA
Mi hanno fatto notare che forse parlavo solo degli uomini conosciuti solo online…
Io mi riferisco a tutti gli uomini, sia quelli che si trovano online che dal vivo, il loro comportamento non si modifica se si trovano dietro un pc o accanto a un bancone del bar.
Esempio:
“Ehi, io ho pagato il cinema, prendi te le coche e i popcorn?” vabbè che siamo nel 2014 ma a una donna con cui si esce non si dovrebbe offrire tutta la serata?
Aperitivo con amica, entrambe carine, truccate e sistemate a un tavolino da sole… Qualcuno si è avvicinato? al bancone era pieno di uomini da soli… soli!!!
Poco tempo fa abbordo uno dal vivo, l’abbordo io quindi figuriamoci. Poi ci scambiamo numeri e via dicendo. Finiamo che io gli propongo di vederci e lui mi propone di continuare a chattare. Ma si può???
Quindi, ecco… Dove stanno gli uomini veri?

3 thoughts on “Uomini: diffidare dalle imitazioni”

  1. Però dai, gli incontri su chat son tristi…indipendente da omo e omo…cioè, ma come si fa a corteggiare online?!
    Sarà che son vecchia….:/
    Valeria

  2. non ho fatto riferimenti a quelli dal vivo perchè magari qualcuno mi legge… ma ci sono… e non cambia molto, credimi!
    andare al cinema assieme e dirmi “io ho pagato il cinema quindi tu puoi pagare i popcorn?”
    e ce ne sarebbero da dire su quelli dal vivo che non ti dico…

Rispondi